Certificazione di qualità

Alle SOA è demandato il compito di attestare l’esistenza, nei soggetti qualificati all’esecuzione di lavori pubblici, della certificazione di sistema qualità conforme alla norma europea UNI EN ISO 9001 e alla vigente normativa nazionale, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi della norma europea UNI CEI EN 17020; tale certificazione deve seguire le prescrizioni di cui al documento SINCERT RT-05 per il settore EA 28.

Ai sensi dell’art. 63, comma 1, del D.P.R.207/2010, tale certificazione è obbligatoria per le classifiche di attestazione superiori alla II.


1) I contenuti dei certificati di qualità

L’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici con determinazione n.11 del 14 maggio 2003 ha stabilito che:

1. la certificazione di qualità rilasciata da un organismo accreditato da ACCREDIA nel settore EA 28 deve obbligatoriamente essere rilasciata in conformità alle prescrizioni di cui al documento SINCERT RT-05 (Rev. 05 del 13 maggio 2002 e successive) con dizioni del tipo “Sistema di gestione per la qualità conforme alla Norma ISO 9001:2000 valutato secondo le prescrizioni del documento SINCERT RT-05” o altre formulazioni o soluzioni equivalenti, nonché con la seguente dizione: “La presente certificazione si intende riferita agli aspetti gestionali dell’impresa nel suo complesso ed è utilizzabile ai fini della qualificazione delle imprese di costruzione [...]”;

2. accordo/contratto stipulato con l’organismo accreditato oppure dall’ente di accreditamento diverso da ACCREDIA, o anche direttamente da ACCREDIA, nel quadro di un protocollo di intesa fra ACCREDIA ed ente di accreditamento.

2) Incremento convenzionale premiante

La certificazione di qualità consente di ottenere in sede di attestazione, e nel rispetto di alcuni ulteriori requisiti, il meccanismo premiale dell’incremento convenzionale premiante (art. 80 D.P.R. 207/2010) ed in sede di gara i seguenti benefici (art. 8, comma 11-quater, L.109/94):

1. la riduzione del 50% della cauzione “provvisoria” e della garanzia fideiussoria in caso di aggiudicazione;

2. una valutazione più alta in sede di aggiudicazione di appalti concorsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.