Comunicato del 3 Agosto 2016 del Presidente dell’ANAC

Recentemente è stato pubblicato nel sito internet dell’ANAC il Comunicato del 3 Agosto 2016 recante ulteriori indicazioni interpretative sul sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici (SOA) a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs n. 50/2016.

Tale comunicato può essere scaricato in versione PDF accedendo alla pagina:

http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=6551

Fra le varie disposizioni recate del Comunicato in oggetto vorremmo portare alla vostra attenzione un’importante novità riguardante l'estensione, in talune fattispecie, a dieci anni (dai cinque previsti dalla normativa vigente) del periodo utile per la dimostrazione dei requisiti (tecnici). In buona sostanza, tutte le imprese che hanno stipulato un contratto di prima attestazione o di rinnovo entro il 19/4/2016 - sia nel caso che questo contratto abbia condotto all'emissione della relativa attestazione sia nel caso che l'istruttoria per il suo rilascio sia ancora in corso - potranno, successivamente all'emissione dell'attestazione “originaria”, stipulare un contratto per l'apertura di una pratica di integrazione di categorie e/o classifiche in cui sarà possibile effettuare la scelta del periodo utile per la dimostrazione dei requisiti utilizzando:

  • l'ultimo quinquennio, a decorrere dalla data contrattuale dell’integrazione richiesta;
  • l'ultimo decennio, a decorrere dalla data del contratto di attestazione (di prima attestazione o di rinnovo) che ha condotto all'attestazione “originaria”.

Ovviamente le due possibilità offerte e sopra descritte sono alternative.

Ci rendiamo conto che l'argomento trattato è di carattere molto specialistico e che taluni lettori potrebbero nutrire dei dubbi riguardo alla corretta interpretazione della nuova disposizione dell'ANAC. Invitiamo pertanto costoro a prendere contatto con la nostra struttura commerciale, ai recapiti indicati nel nostro sito internet, per ricevere i chiarimenti del caso.